Skip Navigation LinksHome page » News » Il lifting per contrastare gli effetti del tempo
Il lifting per contrastare gli effetti del tempo
Lorenzetti interviene nel dibattito a Pomeriggio 5

A Pomeriggio 5 del 13 ottobre 2016 viene dato spazio alla nuova moda dei fili sottocutanei di trazione del volto. Questi fili di acido polilattico, se posizionati chirurgicamente in modo da creare un’impalcatura sottocutanea, dovrebbero garantire una soluzione ai cedimenti della cute che si verificano nel corso del tempo.

Su questo tema è intervenuto, in collegamento dal suo studio, il Professor Pietro Lorenzetti, sostenendo l’inefficacia del metodo. Il problema legato a questi fili è infatti a monte: l’invecchiamento del volto non è una perdita del tono della pelle, bensì una caduta delle strutture che lo sostengono. In questo senso, il ringiovanimento del volto in un paziente che ha superato i 40-45 anni passa per un sollevamento che lo rimetta a posto sistemando le strutture. Per contrastare il naturale cedimento, è necessario ricreare e sollevare nuovamente le strutture stesse, passando attraverso il lifting, poiché il sopracciglio scende, la regione zigomatica tende ad abbassarsi e si formano degli eccessi di pelle a livello del mento e del collo.

lorenzetti_pomeriggio5_131016Un volto giovane presenta una forma triangolare: il sopracciglio e gli zigomi, durante l’intervento, devono essere ricollocati nella posizione in cui erano nel periodo precedente alla caduta e la regione mascellare deve essere riposizionata con una trazione verticale.

Per quanto riguarda le cicatrici, sono sostanzialmente invisibili perché nascoste dai capelli o all’interno e all’esterno dell’orecchio.

Lorenzetti sottolinea inoltre l’inutilità di ricorrere a trattamenti come ad esempio gli ultrasuoni sulla fascia muscolare per ringiovanire il volto: tali tecniche non sono infatti suffragate da studi scientifici e sono totalmente inefficaci sulla fascia muscolare.

Ulteriore tema affrontato nel corso della puntata è la riduzione del seno.
Interviene in studio l’astrologa Ada Alberti, che lamentando un forte dolore alle spalle, vorrebbe ricorrere ad una mastoplastica riduttiva. L’appesantimento del seno ha importanti ripercussioni nel tratto alto della colonna cervicale, è pertanto opportuno ricorrere a questo tipo di intervento principalmente per motivi legati alla salute. L’operazione consiste nell’intervenire esclusivamente sulla parte adiposa e ghiandolare, pertanto non è dolorosa, prevede generalmente una notte di degenza, ed entro pochi giorni è possibile riprendere un’attività lavorativa regolare purché si evitino sforzi eccessivi.


Infine, Lorenzetti dispensa una piccola pillola sulle occhiaie: possono essere affrontate inserendo del grasso come riempitivo, ma chirurgicamente non c'è moltissimo da fare.

Per vedere l’intervento del Professor Lorenzetti a Pomeriggio 5 del 13 ottobre 2016, clicca qui e posiziona il cursore al minuto 36.

numero verde

Prenota una visita