headerLorenzetti2
Skip Navigation LinksHome page » Chirurgia del seno » Mastopessi

LA MASTOPESSI

La mastopessi, cosidetto lifting del seno, è un intervento di chirurgia plastica che consente di risollevare e rimodellare un seno cadente o di ridurre e modificare la forma e le dimensioni dell'areola.

 

PRIMA DELL’INTERVENTO DI MASTOPESSI

La mastopessi è un intervento che necessita di un'accurata visita specialistica preoperatoria durante la quale il chirurgo dovrà valutare le condizioni del seno attraverso le opportune misurazioni e illustrando, inoltre, la procedura chirurgica più adatta al caso.

Se il seno è piccolo e cadente ma non ha perso di volume può essere sufficiente procedere ad una mastopessi. Se, invece, il seno cadente ha perso in tutto o in parte il suo volume o è molto grande, è consigliabile eseguire una mastopessi associata, rispettivamente, ad una mastoplastica additiva o ad una mastoplastica riduttiva al fine di ridare forma, volume e compattezza.

Al termine della visita il chirurgo, d'accordo con il paziente, sceglierà la forma e la misura del seno più adatta alla fisionomia e la procedura chirurgica più indicata al caso. E’ importante valutare lo stato di salute per escludere alterazioni (quali pressione alta, problemi di coagulazione o di cicatrizzazione) che potrebbero influire sul risultato finale.
Prima dell'intervento il paziente riceverà istruzioni ben precise sull'alimentazione pre e post-operatoria, sull'assunzione di farmaci, alcool e sigarette.

 

L’INTERVENTO DI MASTOPESSI

La mastopessi viene normalmente eseguita in anestesia generale e in regime di ricovero in clinica per una o due notti.
Piccole mastopessi possono essere eseguite in anestesia locale con sedazione (ciò significa che la paziente rimarrà sveglia ma rilassata e insensibile al dolore) in regime di day-hospital.

L'intervento ha una durata che va da un'ora e mezzo a circa tre ore, è assolutamente indolore e termina con una piccola medicazione e l'uso di un reggiseno.

 

DECORSO POST-OPERATORIO MASTOPESSI

Per 2 giorni successivi all'intervento si dovrà rimanere a riposo e potranno apparire gonfiore ed ecchimosi intorno alla regione trattata. Molto raramente si possono verificare infezioni, sanguinamenti, cicatrici cheloidee e alterazioni della sensibilità dell'areola e del capezzolo (soprattutto in pazienti fumatrici).

A partire dal terzo giorno è possibile riprendere a svolgere una vita normale evitando però attività faticose, saune, bagni turchi e l'esposizione al sole. Dopo 7-10 giorni è possibile riprendere la propria attività lavorativa se non eccessivamente faticosa. A tre settimane dall'intervento di mastopessi è possibile riprendere progressivamente a svolgere tutte le normali attività compresa quella sportiva.

Il risultato di un intervento di mastopessi è generalmente molto buono e duraturo ma non permanente, in quanto sarà sempre condizionato dallo stile di vita della paziente (aumento e perdite di peso, fumo, gravidanze, ecc.) e dagli inevitabili effetti della gravità e dell'invecchiamento.

 

CICATRICI MASTOPESSI

A seconda della situazione di partenza, le incisioni possono essere effettuate solo intorno all'areola o scendere verticalmente fino al solco sottomammario e lungo la piega inferiore del seno (cosiddetta incisione a forma di ancora o a T rovesciata). Le cicatrici resteranno comunque nascoste all'interno del reggiseno o del costume da bagno.


FAQ

Chi si sottopone ad un intervento di mastopessi?

Questo intervento è indicato quando il seno ha perso la forma e il volume originari per effetto di fattori quali la gravidanza, l'allattamento, la forza di gravità e l'invecchiamento o perdita di peso. In donne con seni piccoli e cadenti il risultato è ottimale specialmente se si associa l’impianto di protesi, mentre nel caso di seni molto abbondanti il risultato estetico ottenuto può venire successivamente compromesso dagli effetti della gravità.

 

Esiste un età ideale per sottoporsi a questo tipo di intervento di chirurgia plastica?

Non esistono limiti di età per sottoporsi a questo tipo di intervento, ma è preferibile aspettare il completo sviluppo del seno. Nelle donne che stiano pianificando future gravidanze è preferibile rimandare l'intervento in quanto la gravidanza provoca uno stiramento della cute che potrebbe vanificare i risultati ottenuti.

 

E’ possibile associare altri interventi di chirurgia estetica?

La mastopessi può essere eseguita da sola o in associazione ad altre tecniche chirurgiche quali la mastoplastica additiva, la mastoplastica riduttiva o altri interventi di chirurgia estetica.

 

Esistono rischi e/o complicanze per questo tipo di intervento di chirurgia plastica?

La mastopessi è una procedura chirurgica relativamente semplice quando viene eseguita da uno specialista in chirurgia plastica esperto nel modellamento del seno, ed i risultati i sono generalmente molto buoni.

Si tratta comunque di un intervento chirurgico vero e proprio dove le complicanze (sanguinamento, infezione), se pur rare, possono accadere anche se di solito sono agevolmente risolte se l'intervento è eseguito da uno specialista all'interno di una struttura debitamente attrezzata ed autorizzata.  Seguendo attentamente i consigli e le istruzioni che darà il chirurgo prima e dopo l'intervento è possibile ridurre di molto questi rischi. Le fumatrici dovrebbero ridurre l'uso di sigarette perché il fumo può aumentare il rischio di complicanze e causare ritardi di guarigione.

Prenota una visita


invia
seguimi su Facebook seguimi su Twitter seguimi su google+ seguimi su YouTube linkedin
News Video educational Intervento del mese Dizionario Pubblicazioni Link