Skip Navigation LinksHome page » Chirurgia del viso » Rinoplastica e rinosettoplastica


CHE COSA SONO LA RINOPLASTICA E LA RINOSETTOPLASTICA?

La rinoplastica è un intervento di chirurgia estetica che permette di modificare la forma e le dimensioni del naso migliorando l'armonia del viso nel rispetto della sua originale fisionomia.
Attraverso questo intervento è possibile correggere anche deformazioni post-traumatiche o congenite, come anche alcuni problemi respiratori. Se le difficoltà respiratorie del paziente sono causate dalla deviazione del setto nasale è necessario procedere contemporaneamente ad un intervento di settoplastica al fine di modellare e riposizionare il setto nasale deviato.

COSA FARE PRIMA DELL’INTERVENTO DI RINOPLASTICA O RINOSETTOPLASTICA?

Prima dell’intervento di rinoplastica (o rinosettoplastica) il chirurgo eseguirà un’attenta visita pre-operatoria per valutare forma e dimensioni del naso ed eventuali difetti estetici e/o funzionali. È importante, in questa sede, spiegare al paziente le possibilità di intervento come anche i risultati estetici ottenibili, in considerazione della fisionomia e dell’estetica del volto: in tal modo chirurgo e paziente potranno decidere in accordo la forma da conferire al naso.

Durante la visita pre-operatoria verranno inoltre valutate le condizioni di salute generali del paziente per escludere la presenza di controindicazioni all’intervento (pressione alta, problemi di coagulazione o di cicatrizzazione) che potrebbero influire sul risultato finale dell'intervento.
Per una riuscita ottimale dell’intervento è necessario che il paziente segua con attenzione le disposizioni del chirurgo per quanto riguarda l’alimentazione e l’assunzione di alcool, farmaci e sigarette.

L’INTERVENTO DI RINOPLASTICA

Di norma l’intervento di rinoplastica si esegue in anestesia generale e con ricovero in day-surgery ma , in caso di operazioni più complesse, può rendersi necessario il pernottamento in clinica per una o due notti. Rinoplastiche di modesta entità si possono anche eseguire in anestesia locale e sedazione, permettendo al paziente di rimanere vigile durante l’intervento.

Esistono diverse tecniche chirurgiche per la rinoplastica. La più diffusa è quella in cui le incisioni sono praticate all’interno del naso; in presenza di interventi di portata maggiore destinati a correggere imperfezioni più grandi o in caso di rinoplastiche secondarie si preferisce utilizzare la cosiddetta tecnica open, praticando un piccolo taglio nella regione della columella (ovvero l’angolo che rifinisce il contorno del naso).
L'intervento di rinoplastica ha una durata variabile, circa un’ora e mezza ed è generalmente indolore. 

La medicazione applicata non prevede l’uso di tamponi, ma consiste nell’applicazione di un piccolo apparecchio gessato che viene fissato al dorso del naso attraverso due cerotti. Un intervento di rinoplastica porta a risultati completi e soddisfacenti se viene eseguito con accuratezza su tutte le tre parti anatomiche che compongono il naso, ovvero la cartilagine, l’osso e la pelle.

 

 

 

RINOPLASTICA: DECORSO POST-OPERATORIO

Nelle prime 48 ore postoperatorie il paziente deve restare a riposo e con la testa sollevata. Dal terzo giorno è possibile riprendere le normali attività ma avendo cura di evitare sforzi eccessivi, saune, bagni turchi, esposizione al sole e assunzione di cibi e bevande molto calde. Il primo mese non sarà possibile utilizzare gli occhiali da vistaUn fenomeno molto comune dopo la rinoplastica è la comparsa di gonfiore e lividi intorno alla regione oculare; molto rari sono invece i fenomeni di sanguinamento post-operatorio, i quali possono comunque essere limitati attraverso l’applicazione di tamponi. 

Trascorsa circa una settimana dall’intervento si procede alla rimozione del gesso. A questo punto il naso sarà ancora gonfio ed edematoso e migliorerà giorno dopo giorno verso la forma concordata assieme al chirurgo prima dell’intervento; in alcuni casi è possibile che il gonfiore permanga per diverse settimane, specialmente sulla punta del naso.
Il risultato dell’intervento è generalmente apprezzabile già dopo le prime due settimane ma sarà definitivamente raggiunto e stabilizzato tra gli 8 e i 12 mesi.


LE CICATRICI DELLA RINOPLASTICA SONO VISIBILI?

No, l’intervento di rinoplastica non lascia cicatrici visibili, sia nella versione con incisioni praticate all'interno delle cavità nasali, sia nella tecnica open, che prevede un taglio nella zona della columella (angolo alla base del naso).

 

 

FAQ

Chi può sottoporsi ad un intervento di rinoplastica? 

L’intervento di rinoplastica è indicato per quei pazienti che desiderano modificare la forma del proprio naso, donando una nuova armonia al volto. Le cause delle imperfezioni possono essere congenite o essere il risultato di eventi traumatici a carico della regione nasale; in caso di intervento volto a correggere deviazioni del setto nasale, insieme alla rinoplastica viene praticata anche una settoplasticaQuesto tipo di intervento di chirurgia estetica è particolarmente richiesto da pazienti in giovane età.


Esiste un’età ideale per sottoporsi a un intervento di rinoplastica?

Come per molti altri interventi di chirurgia plastica, prima di effettuare un intervento di rinoplastica o settoplastica è fortemente consigliato attendere la fine dello sviluppo delle strutture ossee e cartilaginee, che avviene generalmente intorno ai 15-16 anni.


È possibile associare alla rinoplastica altri interventi di chirurgia estetica? 

La rinoplastica e la rinosettoplastica possono essere eseguite anche in associazione ad altre operazioni di chirurgia estetica del viso, come ad esempio la blefaroplastica, il lifting o la mentoplastica.


Quali sono rischi e/o complicanze per l’intervento di rinoplastica?

La rinoplastica è sicuramente tra gli interventi maggiormente difficili e complessi nell’ambito della chirurgia estetica. Per questa ragione è necessario affidarsi ad un chirurgo esperto e a una struttura all’altezza, completa di anestesisti e con sale operatorie adeguatamente equipaggiate. In tal modo è possibile garantire al paziente un risultato soddisfacente e conforme a quello prospettato dal chirurgo al momento della visita preoperatoria.

Trattandosi di un intervento anche abbastanza invasivo è possibile che si verifichino dei disturbi nel post-operatorio che possono essere limitati e/o prevenuti seguendo le indicazioni del chirurgo prima e dopo l’intervento sull’alimentazione e sull’assunzione di farmaci, alcool e sigarette.

numero verde

Prenota una visita