headerLorenzetti1
Skip Navigation LinksHome page » Chirurgia del corpo » Iperidrosi

L’IPERIDROSI

La sudorazione è un fenomeno fisiologico del nostro corpo che serve  a regolare la temperatura corporea. Quando questa tende ad innalzarsi il sistema nervoso simpatico stimola le ghiandole sudoripare ed il sudore prodotto, evaporando, abbassa la temperatura corporea.
Si parla di iperidrosi quando la regolazione di questo meccanismo è disturbata e si ha una sudorazione eccessiva in alcune parti del corpo, causa di insicurezza ed imbarazzo nella vita di relazione.
Le zone più interessate sono quelle dove è presente la maggior quantità di ghiandole e cioè i palmi delle mani (iperidrosi palmare), le ascelle (iperidrosi ascellare), le piante dei piedi (iperidrosi plantare).
Oggi questa condizione parafisiologica può essere trattata.

PRIMA DELL’INTERVENTO DI IPERIDROSI

Le opzioni terapeutiche a nostro parere vanno dalle infiltrazioni di tossina botulinica nella sede della sudorazione al posizionamento di clips sui gangli nervosi intratoracici mediante una procedura di chirurgia videotoracoscopica  che generalmente necessita di ricovero in struttura specialistica. Tralasciamo perché di breve effetto l’uso di creme, spray, ionoforesi locale.

L’INTERVENTO PER LA RISOLUZIONE DELL’IPERIDORSI

Nel caso di iperidrosi palmare è efficace la infiltrazione locale di tossina botulinica  che ha un’efficacia di 3-5 mesi. Nei casi più resistenti è invece consigliabile realizzare una terapia toraco-chirurgica.
Lo stesso procedimento è adottato per l’iperidrosi plantare con la differenza che la ablazione del ganglio simpatico (lombare) in questo caso è più difficile.
Anche per la zona ascellare generalmente è di primo impiego l’infiltrazione locale con tossina botulinica  che ha una durata tra i 6 e i 12 mesi. Anche in questo caso è possibile effettuare il posizionamento di clips sul ganglio intratoracico. E’ importante considerare, però, che in questa sede, a differenza delle altre, le ghiandole sudoripare possono essere facilmente dentificate. In questo caso è possibile scegliere un’altra opzione chirurgica più “soft” che consiste nella rimozione, attraverso una  piccola incisione nella ascella, della maggior parte delle ghiandole presenti mediante una microcannula ed un bisturi a radiofrequenza.
Questo intervento viene generalmente eseguito in anestesia locale con sedazione in regime di day surgery. Questa tecnica permette di risolvere definitivamente ed in maniera rapida il problema della sudorazione delle ascelle.

DECORSO POST-OPERATORIO IPERIDROSI

L’intervento per la risoluzione dell’iperidrosi ascellare non comporta un lungo decorso post-operatorio. Dopo l’operazione, della durata di 15 minuti circa, il paziente viene medicato e può immediatamente tornare a casa dove deve osservare un periodo di riposo di 48 ore circa. A partire dal terzo giorno, infatti, il paziente può fare la doccia, ritornare al lavoro e riprendere tutte le normali attività quotidiane.

CICATRICI IPERIDROSI

Le cicatrici sono praticamente invisibili, in particolar modo nelle ascelle dove l’incisione viene effettuata nelle piegature della pelle, rendendosi non visibile.

FAQ
Chi si sottopone ad un intervento per la risoluzione dell’iperidrosi?

Le persone che soffrono di una sudorazione eccessiva in alcune parti del corpo, come le mani, le ascelle e le piante dei piedi, richiedono questo intervento per eliminare la fonte di insicurezza ed imbarazzo nella vita di relazione.

Esiste un’età ideale per sottoporsi a questo tipo di intervento di chirurgia estetica?
Solitamente il problema insorge con la maggiore età (18-19 anni) e non esiste un’età ideale o limite nella quale sottoporsi all’intervento per la risoluzione dell’iperidrosi ascellare.

E’ possibile associare altri interventi di chirurgia estetica?
Trattandosi di un intervento assolutamente poco invasivo, all’operazione per la risoluzione dell’iperidrosi è possibile associare qualsiasi tipo di intervento, previa verifica della presenza di tutte le condizioni di buona salute necessarie.

Esistono rischi e/o complicanze per questo tipo di intervento di chirurgia estetica?
Non esistono particolari rischi e complicanze
per questo intervento, tra i meno invasivi nel panorama della chirurgia plastica.

Prenota una visita


invia
seguimi su Facebook seguimi su Twitter seguimi su google+ seguimi su YouTube linkedin
News Video educational Intervento del mese Dizionario Pubblicazioni Link