Skip Navigation LinksHome page » Medicina estetica » Biostimolanti/Ristrutturanti


COSA SONO I BIOSTIMOLANTI E I RISTRUTTURANTI?

La biostimolazione biorivitalizzazione è una metodologia che provvede alla riattivazione del processo endogeno di produzione della trama di collagene che costituisce l’impalcatura di sostegno del derma.
Questa trama è prodotta dai fibroblasti, cellule del tessuto connettivo della pelle che, formando il collagene, riparano i tessuti fragili e sciupati e assicurano tono ed elasticità alla pelle. La produzione di collagene avviene in presenza di un fondamentale substrato nutritivo costituito di aminoacidi (Glicina, L-Prolina, L-Lisina) e maggiore è il numero di aminoacidi, maggiore è la vitalità e il numero delle cellule che formano il collagene.
L’attività di produzione del collagene dei fibroblasti diminuisce nel tempo a causa del naturale invecchiamento o per altre ragioni quali abitudini alimentari scorrette, diete, fumo, intensa attività fisica o prolungata esposizione ai raggi solari.
Sono queste le ragioni per cui la pelle perde tono, freschezza, luminosità e volume e successivamente inizia a presentare rughe e solchi.
La bio ristrutturazione consiste nell’appartamento dall’esterno sostanze che vanno a sopperire al deficit endogeno di produzione.



L’USO DEI BIOSTIMOLANTI E DEI RISTRUTTURANTI

La biostimolazione si basa sull’uso congiunto di più prodotti a base di amminoacidi e acido ialuronico puro. Questi preparati sono disponibili in formato iniettabile, soluzione bevibile e spesso soluzioni topiche e linee dermocosmetologiche anti-aging; i singoli prodotti hanno efficacia specifica anche se utilizzati da soli ma è opportuno sottolineare come il formato iniettabile e la soluzione bevibile potenzino reciprocamente la propria azione.
Il trattamento a base di biostimolanti e ristrutturanti prevede generalmente una seduta a settimana per almeno quattro settimane, a cui seguono alcune sedute di mantenimento da effettuare una volta al mese o ogni due mesi, in base al soggetto. Il periodo di mantenimento è molto importante per integrare le infiltrazioni locali, dal momento che la diffusione della base amminoacidica in tutto l’organismo permette di evitare la dispersione della soluzione iniettabile.
In tal modo si ottiene un notevole incremento della concentrazione del substrato e quindi dell’attività fibroblastica nelle zone desiderate.
L’uso di biostimolanti e ristrutturanti è possibile ed efficace in ogni zona del corpo ove sia presente derma.

Sottoporsi ad un trattamento di biostimolazione ha innanzi tutto una sua specifica efficacia nelle zone trattate, ma in generale potenzia gli effetti della maggior parte degli odierni trattamenti medico-estetici. Questo avviene perché attraverso la biostimolazione si verifica un aumento della risposta dei cheratinociti e dei fibroblasti, che se stimolati portano i tessuti ad avere maggiore vitalità: in tal modo si dà un valido supporto alla cute durante e dopo i trattamenti medico-estetici e chirurgici (sia fisici che chimici) come ad esempio interventi chirurgici, laser, Thermage®, elettroporazione, mesoterapia, IPL o peeling.
 



numero verde

Prenota una visita