headerLorenzetti2
Skip Navigation LinksHome page » Chirurgia maschile » Ginecomastia

LA GINECOMASTIA

La ginecomastia è l'aumento più o meno eccessivo del volume della mammella dell'uomo. Si riscontra più frequentemente a partire già dall'età post-puberale e condiziona fortemente la vita di relazione dei pazienti affetti.
E' possibile distinguere tre tipi di ginecomastia:

  • vera: quando l'aumento del volume del seno è esclusivamente ghiandolare;
  • mista: la più frequente, si verifica quando l'aumento di volume del seno è sia ghiandolare che adiposo (grasso);
  • falsa: quando l'aumento di volume del seno è esclusivamente a carico del tessuto adiposo.

La diagnosi del tipo di ginecomastia, che il chirurgo deve elaborare anche con l'aiuto di alcuni esami (ad es., l'ecografia mammaria), è fondamentale poiché la tecnica di intervento varia a seconda del tipo di ginecomastia.

 

PRIMA DELL’INTERVENTO DI GENECOMASTIA

Durante la prima visita, dopo aver valutato il tipo di ginecomastia, il chirurgo deve osservare con attenzione la forma e la dimensione del seno, dell'areola e del capezzolo, poiché molto spesso, dopo un'attenta analisi, risultano evidenti delle asimmetrie tra i due seni, di cui tener conto durante l'intervento.

Come per tutti gli interventi di chirurgia estetica, è necessaria una visita accurata e completa per escludere patologie concomitanti o problemi di carattere generale (ad es., ipertensione), che potrebbero pregiudicare l'intervento.

 

L’INTERVENTO DI CORREZIONE DELLA GINECOMASTIA

L'intervento di chirurgia plastica per la correzione della ginecomastia viene normalmente eseguito in anestesia generale con ricovero in clinica per una notte. L'operazione può essere effettuata anche in anestesia locale con leggera sedazione con possibili dimissioni in giornata.
La durata media dell'intervento va dai 45 minuti a 1 ora e 30 minuti. L'operazione termina con una medicazione compressiva.

 

DECORSO POST-OPERATORIO GINECOMASTIA

Come per tutti gli interventi di chirurgia plastica, anche per la ginecomastia nei primi giorni dopo l'operazione potranno comparire edemi ed ecchimosi intorno alla regione trattata.
Al terzo giorno, cambiata la medicazione, si potranno ricominciare le attività normali, evitando sforzi eccessivi, saune, bagni turchi ed esposizione al sole. Quest'ultima potrà avvenire solo quando le ecchimosi saranno completamente sparite.
Al quinto giorno sarà possibile riprendere la normale attività lavorativa e dopo un mese anche l'attività fisica.
Il risultato estetico finale è generalmente eccellente e duraturo, a condizione che il paziente adotti uno stile di vita regolare.

 

CICATRICI GINECOMASTIA

Nella maggior parte dei casi sono sufficienti piccole incisioni (5-8 mm) attraverso le quali viene introdotta una cannula per effettuare l'intervento. Altre volte può essere necessaria un'incisione attorno all'areola (per eliminare tessuto retro areolare). Solo in pochi casi, in presenza di grande quantità di pelle in eccesso, bisogna effettuare un'incisione a forma di T rovesciata (dall'areola si incide verticalmente fino al solco sottomammario e poi nel solco sottomammario stesso).

Ginecomastia prima-dopo

FAQ

Chi si sottopone ad un intervento di ginecomastia?
La ginecomastia è richiesta da uomini che hanno una mammella insolitamente sviluppata, causa di imbarazzo nei rapporti interpersonali.

Esiste un età ideale per sottoporsi a questo tipo di intervento di chirurgia plastica?
Non ci sono limiti di età per sottoporsi a questo tipo di intervento. Come detto, la ginecomastia si presenta spesso già in età post-puberale, e, in ogni caso è consigliabile aspettare che la pubertà sia terminata per procedere con l'intervento.
Nei casi di eccessivo sovrappeso, è sempre consigliabile seguire una dieta prima di sottoporsi all'operazione per la correzione della ginecomastia, mentre l'intervento è sconsigliato a chi abusa di anabolizzanti.

E’ possibile associare altri interventi di chirurgia estetica?
L'intervento per la correzione della ginecomastia viene eseguito da solo o anche in combinazione con altre operazioni di chirurgia plastica (ad es. liposuzione, rinoplastica, ecc.), a meno che non sussistano condizioni di salute nel paziente che impediscano un intervento combinato.

Esistono rischi e/o complicanze per questo tipo di intervento di chirurgia plastica?
L'intervento per la correzione della ginecomastia non comporta particolari rischi se eseguito da mani esperte e all'interno di strutture qualificate.


Prenota una visita


invia
seguimi su Facebook seguimi su Twitter seguimi su google+ seguimi su YouTube linkedin
News Video educational Intervento del mese Dizionario Pubblicazioni Link