Skip Navigation LinksHome page » News » Diete miracolose: alcune importanti precisazioni scientifiche
Diete miracolose: alcune importanti precisazioni scientifiche
Lorenzetti interviene sulla “dieta Lemme” dopo i dibattiti in tv

Continua ad essere di estrema attualità la “dieta” del dottor Lemme per perdere peso alla quale si sarebbero sottoposti alcuni personaggi famosi.
Dopo diverse partecipazioni ai programmi di Barbara d’Urso, Pomeriggio 5 e Domenica Live, in cui sono stato coinvolto in prima persona ad intervenire sulla questione, vorrei chiarire definitivamente la mia posizione sull'argomento.

La premessa fondamentale del mio ragionamento è che il sottoscritto Pietro Lorenzetti è un chirurgo plastico specializzato da anni nel suo campo. Non sono un dietologo, né tantomeno un nutrizionista. Di conseguenza non mi permetto di fornire consigli né diete né indicazioni alimentari, a differenza di quanto fa qualcun altro che, pur non avendo alcun titolo, si “diletta” a suggerire (dietro pagamento) percorsi di dimagrimento a pazienti che si affidano alle sue “cure” spesso per ragioni che vanno ben al di là della perdita di peso.
Sono un chirurgo plastico, scrivevo, e, in quanto chirurgo plastico parlo del mio campo di interesse e non esito a dire, senza timore di essere smentito, che dopo aver perso 25-30 kg la pelle in eccesso non scompare, non si riassorbe, non si volatilizza nell’aria. L’unico modo per eliminare la pelle in eccesso dopo un dimagrimento consistente, è intervenire con la chirurgia estetica volta a rimuovere l’eccesso di cute nelle parti del corpo che lo presentano. Allo stesso modo, attraverso l’alimentazione è impossibile eliminare il grasso esclusivamente dai punti in cui si vuole.

Dopo diverse settimane di dibattito, ritengo opportuno, inoltre, effettuare delle precisazioni di carattere medico generale su alcune delle falsità scientifiche che ho dovuto ascoltare.
La dieta mediterranea non ha rischi oncologici di per sé, tanto che è divenuta patrimonio immateriale dell’umanità tutelato dall’UNESCO.
Alla luce delle conoscenze moderne, che nessun “genio” incontrato ultimamente è in grado di smentire scientificamente, la chemioterapia è utile e spesso indispensabile nella cura del tumore. Chi sostiene una cosa diversa durante una trasmissione televisiva seguita da molti telespettatori è pericoloso per la società.
Come sostenuto anche dal mio collega Salvo Mazzarino a Domenica Live, all’interno di una dieta è fondamentale concepire la differenza tra perdita di peso e perdita di grasso. Quello che fa male all’organismo non è il peso in sé, ma il peso del grasso. Se in poco tempo si perde molto peso, spesso quei chili persi non sono rappresentati da grasso e possono essere ripresi dai pazienti a brevissima distanza di tempo. Un dimagrimento ponderato, serio, equilibrato, che non sconvolga l’organismo è un percorso graduale, in cui si fanno, prima dell’inizio, delle analisi per valutare la percentuale di grasso da perdere, si monitora l’intero organismo nel corso della dieta e si giunge a dei risultati senza rischi per il corpo.

In conclusione, vorrei nuovamente lanciare un appello, un mio “chiodo fisso” sul quale ho sempre puntato per la sicurezza del paziente: rivolgetevi sempre, solo ed esclusivamente a professionisti seri, qualificati e competenti. Questo è valido in chirurgia plastica, in medicina estetica e, come potete vedere, in qualsiasi altro campo della medicina.

Pietro Lorenzetti

numero verde

Prenota una visita