Skip Navigation LinksHome page » News » Riutilizzo del grasso, il lipofilling
Riutilizzo del grasso, il lipofilling
Articolo di Lorenzetti per Benessere.com

Riportiamo di seguito un articolo firmato dal Professor Lorenzetti per Benessere.com sul lipofilling.

Con il termine lipofilling si intende una tecnica chirurgica che consiste nel prelievo del grasso proprio dell’individuo da determinate aree corporee in cui è naturalmente presente in maggiori quantità come addome, fianchi, cosce, e il suo trasferimento, dopo adeguata separazione della componente oleosa ed ematica, in altre regioni del corpo dove risulti necessario, frequentemente sul viso.
Il tessuto adiposo (grasso) viene generalmente aspirato dalle aree in cui è in eccesso mediante piccole cannule e reinserito dopo alcuni minuti nell’area da trattare, avendo particolare attenzione a distribuire il grasso mettendolo a diretto contatto con altri tessuti ben vascolarizzati dai quali trarrà nutrimento per imbibizione o formando nuove connessioni vascolari garantendosi così la sua sopravvivenza.

Nel viso è frequentemente utilizzato per ridefinire i contorni e ripristinare i volumi in particolare a livello della regione zigomatica, palpebrale, periorale e temporale mentre nel corpo trova indicazione per correggere deficit di volume, modellare superfici, migliorare alcune proiezioni. È particolarmente indicato per ridefinire la regione glutea, per correggere eventuali asimmetrie o un’eccessiva magrezza delle gambe, per il ringiovanimento delle mani o della regione genitale sia maschile che femminile.

A livello della mammella trova ampia applicazione sia nella chirurgia estetica sia come complemento nella chirurgia ricostruttiva dopo tumore al seno. In tal senso numerosi studi in letteratura rimarcano la assenza di controindicazioni nell’utilizzarlo in pazienti sottoposte a ricostruzione mammaria post mastectomia.

Prima dell’intervento di lipofilling è fondamentale un’accurata anamnesi per valutare stile di vita ed eventuali stati patologici. Il fumo, ad esempio, può essere una causa di ridotto attecchimento del grasso impiantato. Durante la fase preoperatoria vengono identificate le zone da trattare, la loro estensione e la quantità di tessuto adiposo da infiltrare. Vengono quindi valutate, anche d’accordo con il paziente, le aree più idonee per effettuare il prelievo del grasso. Tale fase si conclude con l’elaborazione di un preciso disegno pre operatorio delle aree interessate.
L’intervento di lipofilling si svolge generalmente in regime di day hospital, il tipo di anestesia sarà in funzione della durata della procedura e potrà essere locale con sedazione (ciò significa che il paziente sarà sveglio e rilassato ma insensibile al dolore) o generale.

continua...

Fonte: Benessere.com

numero verde

Prenota una visita