Skip Navigation LinksHome page » Aggiornamenti scientifici » Le tipologie di ricostruzione del seno dopo il cancro
Le tipologie di ricostruzione del seno dopo il cancro
Ricostruzione immediata o successiva e protesi o tessuto autologo
I tre principali tipi di ricostruzione del seno sono:
  • ricostruzione con protesi: utilizza un impianto pieno di gel di silicone o soluzione salina per ricreare il corpo del seno;
  • ricostruzione autologa: il corpo del seno viene costruito con tessuto “preso in prestito” da un'altra parte del corpo;
  • ricostruzione con tessuto autologo e con protesi.
Il chirurgo plastico e il suo staff discuteranno queste metodologie di intervento con le pazienti e consiglieranno quale opzione è la più adatta per lo specifico caso, in base alle caratteristiche fisiche e alle tipologie di trattamento della paziente.

Ricostruzione immediata e ricostruzione successiva

La ricostruzione può essere immediata (contemporaneamente alla mastectomia) o successiva (in un momento seguente). La decisione sui tempi dell’intervento può essere dettata dalla caratteristica e dallo stadio del tumore al seno e sarà effettuata insieme al chirurgo della mammella. In molti casi la ricostruzione immediata rappresenta un’opzione ragionevole e sicura.

Ricostruzione immediata del seno insieme alla mastectomia

La ricostruzione immediata si è dimostrata essere una scelta sicura per molte donne. In questo tipo di ricostruzione, la creazione del corpo del seno viene effettuata contemporaneamente alla mastectomia. Questo può aiutare a minimizzare l’effetto negativo che una mastectomia può avere sull’immagine del corpo e sull’autostima. La ricostruzione immediata riduce anche il numero di anestetici richiesti per completare l’intervento. Se si pensa di effettuare la ricostruzione al momento della mastectomia, è necessario chiedere al chirurgo che opererà il seno di accordarsi con il chirurgo plastico.

Ricostruzione successiva del seno dopo la mastectomia

La ricostruzione successiva viene eseguita diversi mesi o addirittura anni dopo la mastectomia dopo che altri trattamenti contro il cancro sono terminati. Generalmente, è preferibile aspettare un minimo di 6-9 mesi dopo il completamento della radioterapia per dare il tempo alla pelle del torace di guarire prima di eseguire la ricostruzione del seno.

Impianto o tessuto autologo


Impianto/Espansione Tessuto autologo
Chirurgia 2 brevi interventi separati (2 ore)
1 intervento più lungo (6-8 ore di chierurgia) (3-4 ore TRAM, latissimus)
Degenza Day hospital o degenza di 1 notte
In media 1-2 giorni per peduncolo TRAM
In media 5 giorni per free DIEP

Recupero 2 settimane a seguito dell'innesto di tessuto in espansione
6-8 settimane
Cicatrici Solo cicatrice mastectomia
Cicatrice mastectomia + cicatrice nella zona donatrice
Forma e sensibilità
Nessuna depressione naturale, fermo nel tempo
Sensazione naturale, soffice
Altro seno
Maggior numero di modifiche necessarie per abbinare l'impianto
Minor numero di modifiche necessarie per abbinare l'impianto
Complicanze Sensazione di un seno maggiormente fermo + aspetto meno naturale col passare del tempo
Minimo rischio di difetto completo del peduncolo TRAM;
Rischio dell'1-3% di difetto microchirurgico con completa perdita di movimento, debolezza addominale, rigonfiamento, ernia



Testo riadattato dal Prof. Pietro Lorenzetti

(Fonte: www.breastreconstructionusa.org)
numero verde

Prenota una visita