Skip Navigation LinksHome page » Rassegna stampa » Quando la chirurgia estetica stravolge l’aspetto
Quando la chirurgia estetica stravolge l’aspetto
Lorenzetti risponde alla domanda di una lettrice di Di Lei

Il magazine Di Lei pubblica la risposta del Professor Lorenzetti alla domanda di una lettrice sul tema degli eccessi in chirurgia plastica.

DOMANDA
​Vedo in giro tanti “mostri”, soprattutto donne, e mi chiedo come facciano a piacersi. Secondo lei quando la chirurgia estetica diviene invasiva? Quando anzichè migliorare l’aspetto lo stravolge? Le confesso che – visti certi risultati – sono profondamente indecisa se sottopormi o no a una blefaroplastica. Lei cosa consiglia alle sue pazienti, impone dei limiti alle loro richieste? Lulu 65, Milano

di_lei_lorenzettiRISPOSTA
Cara Lulu,
vent’anni fa si diceva che il risultato di un intervento di chirurgia plastica doveva essere intuito e non troppo visibile, poi l’ingresso sul mercato di operatori non sempre adeguatamente preparati ha portato a risultati che devono essere considerati interventi mal consigliati e mal eseguiti. Fortunatamente il trend attuale è quello di ritocchi e interventi improntati alla naturalezza e ad accompagnare l’età in modo dolce e raffinato. Un intervento chirurgico ben fatto che valorizza e non penalizza è il risultato di un colloquio che trovi il perfetto accordo tra le richieste del paziente, le possibilità della tecnica chirurgica, il senso estetico del medico e la sua capacità di eseguire l’intervento (che aumenta con il numero di procedure eseguite).
Per ciò che riguarda il suo desiderio di fare una blefaroplastica la posso rassicurare, è abbastanza difficile fare degli errori eclatanti che stravolgano l’aspetto e la mimica, l’unico errore potrebbe essere quello, nel caso di una palpebra pesante, di eliminare troppa pelle e quindi rendere innaturale il tutto. Rischio che può essere scongiurato con un accurata visita preoperatoria in cui potrà specificare al chirurgo quanta pelle eliminare e il suo desiderio di un risultato naturale. Che altresì potrebbe perfezionare con un mini lifting del sopracciglio per aprire lo sguardo e dargli una nuova luminosità.

Pietro Lorenzetti

Fonte: DiLei.it

numero verde

Prenota una visita