Skip Navigation LinksHome page » Chirurgia della calvizie » Trapianto di capelli: post-operatorio e risultati
Trapianto di capelli: post-operatorio e risultati
Accortezze dopo l'operazioni e risultati nel breve e lungo periodo

Cosa fare dopo il trapianto di capelli

Dopo il trapianto di capelli, nel post-operatorio verranno prescritti antibiotici ed analgesici al bisogno e si darà appuntamento dopo 15 giorni per la rimozione della sutura.
La posizione da mantenere la prima notte sarà quella semiseduta, aiutandosi con dei cuscini dietro la schiena per arrivare ad avere il tronco più in alto rispetto alle gambe. Per immobilizzare la testa ed evitare che le unità follicolari fuoriescano si potrà utilizzare un telo da bagno arrotolato da posizionare sotto il collo. Il paziente dovrà lavare i capelli il giorno dopo l’intervento e tutti i giorni a seguire, fino alla rimozione dei punti di sutura.
Sulla zona donatrice a partire dal giorno dopo l’intervento il paziente applicherà una pomata prescritta dallo staff medico e la sospenderà il giorno prima della rimozione dei punti. La presenza di crosticine nella zona trattata è normale, se gli shampoo vengono eseguiti correttamente queste cadono spontaneamente nel giro di 6-8 giorni. Qualora le crosticine tardino a cadere è consigliabile l'utilizzo di un olio arricchito di vitamina E (VEA oil) da posizionare sul capo prima del consueto shampoo giornaliero.
I follicoli trapiantati cominceranno a ricrescere dopo circa 10-12 settimane, dopodiché la velocità di crescita sarà mediamente 1 cm. al mese. Un vero beneficio estetico si avrà solamente a distanza di 6-8 mesi.
Al fine di ottenere un ottimo risultato, è vietato fare bagni in piscina o al mare per un mese, esporsi direttamente al sole per i primi 2-3 mesi, l'uso del casco da motocicletta per 1 mese e praticare sport per 1 mese.

I risultati del trapianto di capelli

I primi risultati apprezzabili, compaiono tra il 6° e il 9° mese dall'intervento, mentre è possibile valutare il risultato finale dopo 12 mesi.
L’intervento di autotrapianto garantisce un rinfoltimento delle aree diradate ma non si sostituisce alle terapie che, invece, curano la caduta dei capelli. È importante, quindi, seguire una terapia dermatologica che curi e arresti la caduta dei capelli e conservi nel tempo i risultati ottenuti con l’intervento di autotrapianto.

numero verde

Prenota una visita