Skip Navigation LinksHome page » Chirurgia della calvizie » Le patologie che causano la calvizie
Le patologie che causano la calvizie
Condizioni passeggere e patologie croniche

Ecco di seguito le possibili patologie che causano la calvizie.


Effluvio stagionale

È la forma, transitoria e reversibile, di una caduta maggiore di capelli rispetto al normale, che si verifica in autunno e in primavera. È normale e fisiologica. I capelli caduti con l’effluvio stagionale ricrescono tutti perché non vi è perdita dell’annesso cutaneo per atrofia del follicolo.


Telogen Effluvium

Il telogen effluvium può verificarsi in seguito a:

  • carenze alimentari;
  • diete drastiche;
  • cause ormonali (gravidanza/parto);
  • l’uso di alcune pillole contraccettive o la sospensione della pillola contraccettiva;
  • esposizione alle radiazioni ultraviolette;
  • forti perdite di sangue;
  • assunzione di alcuni farmaci;
  • iper e ipotiroidismo;
  • stress psicofisico;
  • interventi chirurgici in anestesia generale;
  • gravi malattie debilitanti per il fisico.


Effluvio cronico

È un effluvio che si verifica quando permangono le cause che l’hanno scatenato. Gli effluvi cronici che durano a lungo possono portare a diradamenti piuttosto evidenti e ad un certo grado di miniaturizzazione nei capelli. Le cause più comuni dell’effluvio cronico possono essere scatenate da:

  • ipoferritinemia;
  • malattie sistemiche croniche (infettive, metaboliche o neoplasiche);
  • alcuni contraccettivi orali;
  • gravi malattie psichiche;
  • uso cronico di farmaci come: retinoidi, interferon, allopurinolo, anticonvulsivanti, antitiroidei, betabloccanti, eparina, litio, dicumarolici.

Quando si è affetti da effluvio cronico bisogna ricercare la causa che l’ha scatenato. Nel frattempo, per arginare la caduta dei capelli, le terapie topiche con preparazioni galeniche a base di Idro cortisone e 17 alfa estradiolo e Minoxidil al 2% sono un valido aiuto.


Alopecia areata
L’alopecia areata è una forma di patologia autoimmune, le cellule del sistema immunitario si aggregano intorno al follicolo e gli impediscono di produrre un nuovo capello. L’alopecia areata può colpire solo il cuoio capelluto e/o la barba, oppure l’intero cuoio capelluto con la perdita completa di tutti i capelli (alopecia areata totale) o coinvolgere l’intero corpo, con la totale caduta di tutti i capelli e di tutti i peli del corpo, compresi peli del naso ciglia e sopracciglia (alopecia areata universalis).
La caratteristica dell’alopecia areata è la formazione di chiazze tondeggianti completamente prive di capelli, senza alcun segno di infiammazione. Le donne con alopecia areata possono avere una spontanea regressione in seguito a modifiche ormonali associate, come ad esempio una gravidanza.
I follicoli nell’alopecia areata sono solo “dormienti”, cioè non si atrofizzano ma sono impossibilitati a produrre un nuovo capello. Può regredire spontaneamente ed è definita “bizzarra” perché può recidivare per poi regredire nuovamente. Si cura di solito con farmaci che deprimono il sistema immunitario, quindi cortisoni topici orali, o gli stessi farmaci iniettati localmente nelle aree colpite. Il Minoxidil viene utilizzato a livello topico alla concentrazione del 5%. Altri farmaci che vengono utilizzati per la cura dell’alopecia areata sono:

  • l’antralina, una sostanza che altera la funzionalità del sistema immunitario;
  • la ciclosporina per via orale;
  • la fotochemioterapia associata alla somministrazione di un farmaco fotosensibile.


Alopecia androgenetica

L’alopecia androgenetica è viene comunemente identificata con la calvizie comune progressiva e si verifica per l’effetto degli androgeni su follicoli piliferi del cuoio capelluto geneticamente predisposti.
L’età di insorgenza è generalmente intorno ai 20/25 anni negli uomini e intorno ai 40/50 anni nelle donne. Esiste un fattore ereditario nell’alopecia che è autosomico dominante negli uomini (si manifesta sempre nei pazienti che lo hanno ereditato) ed autosomico recessivo nelle donne (non si manifesta nelle pazienti che lo hanno ereditato).
L’alopecia è riconoscibile da capelli più sottili nelle zone che ne vengono colpiti. Questi capelli vanno incontro a progressiva atrofia. L’alopecia è frequentemente associata la seborrea. Il diradamento è graduale e bilaterale con, in genere, residuo di capelli in sede parieto – occipitale.


Alopecia carenzale
Alcuni la assimilano all’alopecia androgenetica, ma è inesatto perché è provocata da una carenza di estrogeni e non da un eccesso di androgeni. In seguito alla diminuzione dei valori degli estrogeni, è frequente nelle donne in menopausa. Per ripristinare l’equilibrio tra estrogeni e androgeni a livello del follicolo, solitamente viene prescritta una terapia topica, a base di estrone, 17 alfa estradiolo e progesterone.

numero verde

Prenota una visita