Skip Navigation LinksHome page » Aggiornamenti scientifici » È possibile prevenire la contrattura capsulare?
È possibile prevenire la contrattura capsulare?
L’utilizzo combinato del Betadine soluzione con gli antibiotici locali per ridurre il rischio di contrattura capsulare

La contrattura capsulare è una delle complicazioni più comuni che possono insorgere a seguito di un intervento di mastoplastica additiva. 

La capsula che si forma intorno alla protesi è generalmente sottile e morbida. Con il tempo, in soggetti predisposti, può però andare incontro ad un progressivo inspessimento, provocando rigidità dei tessuti, dolore e, nei casi più gravi, alterazione della forma dell’impianto e dislocazione dello stesso.

È ormai comprovata da numerosi studi scientifici l’efficacia dei lavaggi della tasca protesica con soluzioni battericide e batteriostatiche, nonché l’irrigazione della protesi con soluzioni antibiotiche al fine di prevenire le infezioni postoperatorie.

Uno studio pubblicato dall’Aesthetic Surgery Journal condotto su pazienti sottoposte a mastoplastica additiva con incisione nel solco inframammario ha però dimostrato come le infiltrazioni di soluzioni antibiotiche (cefuroxime e gentamicina) associate a lavaggi della tasca con Betadine soluzione e alla applicazione topica della stessa sulla ferita chirurgica prima e dopo l’inserimento dell’impianto protesico abbia risultati migliori nel prevenire non solo le infezioni chirurgiche, ma anche il sieroma e la contrattura capsulare.


Articolo rielaborato da Pietro Lorenzetti.

Fonte: Aesthetic Surgery Journal, 33(5) 675–680
www.aestheticsurgeryjournal.com 

stampastampa
numero verde

Prenota una visita