Skip Navigation LinksHome page » In tv » Perdita di peso, il supporto della chirurgia plastica
Perdita di peso, il supporto della chirurgia plastica
Lorenzetti ne parla a Medicina33

Cosa può fare la chirurgia plastica a seguito di un grande dimagrimento? Come può intervenire il chirurgo plastico dopo che il paziente ha perso tanti chili? Il Professor Lorenzetti è ospite di Medicina33 del 19 maggio per parlare di questo argomento in un servizio dal nuovo studio di Milano in viale Majno, 3.

Nel servizio viene presentata la storia della signora Maria, una paziente del Professor Lorenzetti che ha perso ben 60 chili dopo una dieta, equivalenti a quattro taglie in meno. Maria racconta che a seguito della dieta le è rimasta molta pelle in eccesso che non le consentiva di muoversi con disinvoltura e praticare i normali gesti quotidiani come vestirsi.
Lorenzetti racconta che i pazienti si presentano dal chirurgo plastico dopo aver perso molti chili a seguito di una dieta o di un intervento per dimagrire. Si tratta di una condizione molto fastidiosa: un grande eccesso di pelle, derivante dal grasso che è sparito come se si trattasse di un palloncino pieno che poi viene svuotato.

Eliminare l'eccesso di pelle e di grasso, le tante smagliature, tonificare i muscoli: queste le richieste maggiori dei pazienti che vengono spesso associate ad un intervento di addominoplastica.
Nel caso di importanti perdite di peso, spiega Lorenzetti, viene praticato un lifting circonferenziale che consiste nell'asportazione della pelle da tutta la circonferenza del busto. Le altre zone spesso soggette ad interventi in pazienti che perdono peso sono la regione interna delle cosce o dell'interno braccia.

Questi interventi, come tutte le operazioni di chirurgia plastica, devono essere effettuati da mani esperte e all'interno di strutture adeguate.
Si tratta di pazienti che si sottopongono ad importanti interventi, con l'asportazione di grandi superfici cutanee, sottolinea il chirurgo plastico. Di conseguenza, i pazienti devono essere studiati con molta calma ed attenzione nella fase pre operatoria dal chirurgo plastico e dall'anestesista ed operati in strutture assolutamente adeguate a fronteggiare qualsiasi esigenza.

Maria sottolinea che dopo solo un mese e mezzo dall'intervento, la cicatrice non è più visibile. Lorenzetti evidenzia che si tratta di interventi non dolorosi che comportano solo qualche piccolo fastidio per la ripresa delle quotidiane attività. Le cicatrici devono essere collocate in maniera corretta, generalmente molto basse o interamente coperte dallo slip nell'addominoplastica, all'interno del solco inguinale nel caso del lifting cosce: si tratta, quindi, di cicatrici ovviamente presenti, ma non visibili.

L'intervento necessita di qualche giorno di riposo, ma poi bisogna sempre stare attenti alla dieta e ad effettuare un regolare esercizio fisico.
I risultati, evidenzia Lorenzetti, sono assolutamente definitivi, anche perché un chirurgo plastico competente opera il paziente quanto questi è arrivato allo stadio finale del proprio processo di dimagrimento. Ovviamente se il pazienta riacquista grosse quantità di peso, il risultato può cambiare a causa del suo stile di vita. Generalmente, però, si tratta di persone molto motivate poiché dopo aver perso peso e riscontrato un beneficio nella vita quotidiana sono molto attenti a non ingrassare nuovamente.

Per vedere l'intervento del Professor Pietro Lorenzetti a Medicina33 del 19 maggio 2014, posiziona il cursore del filmato di seguito al minuto 04.30.


numero verde

Prenota una visita