headerLorenzetti3
Skip Navigation LinksHome page » Rassegna stampa » Occhiaie effetto panda: come si eliminano?
Occhiaie effetto panda: come si eliminano?
Lorenzetti risponde alla domanda di una lettrice di Di Lei
di_lei_lorenzetti

La rivista Di Lei pubblica la risposta del Professor Lorenzetti alla curiosità di una lettrice su come eliminare le occhiaie.

DOMANDA
Gentilissimo dottore, fin da bambina ho avuto le occhiaie legate penso a fattori ereditari (conformazione della cavità oculare e sottile spessore della pelle).
Con il passare degli anni tale inestetismo si è aggravato ed io mi chiedevo se era possibile fare qualcosa per migliorarle. La ringrazio, Michela di Grosseto.

RISPOSTA
Carissima Michela,
le occhiaie possono essere un dono della genetica e dell'anatomia della zona perioculare e certamente con gli anni la situazione tende a peggiorare. Le premetto che è difficile fare una valutazione teorica, comunque diciamo che le occhiaie peggiorano quando c'è uno svuotamento del grasso che circonda gli occhi e un cedimento della muscolatura. Se sui muscoli non è possibile agire è certamente possibile riempire le zone più incavate che danno quell’effetto invecchiato e stanco con tecniche di autotrapianto che offrono un risultato estremamente naturale.
La prima scelta è una blefaroplastica inferiore con il riposizionamento del grasso esistete, che spesso si sposta e determina l’effetto 'incavato', ma se questo grasso per motivi anatomini non è presente è possibile utilizzare una tecnica di lipofilling, quindi prelevare pochi cc di grasso del paziente da fianchi o addome con una cannula sottilissima, purificare il prezioso tessuto e iniettarlo a mo' di filler proprio dove serve. Il vantaggio del grasso è che non è soggetto ad alcun tipo di rigetto e soprattutto offre un risultato molto naturale, il limite è che nel tempo una quota parte tende naturalmente a riassorbirsi (quota difficile da stabilire perché estremamente soggettiva) e quindi è possibile che sia necessario un secondo intervento per perfezionare l'intervento a distanza di pochi anni. Alcuni colleghi tendono a risolvere questo problema iniettando più grasso del necessario prevedendo che parte sarà riassorbito ma il rischio è di risolvere le occhiaie determinando un effetto 'borse' poco desiderabile.

Fonte: DiLei.it

Pietro Lorenzetti

Prenota una visita


invia
seguimi su Facebook seguimi su Twitter seguimi su YouTube linkedin
News Video educational Intervento del mese Dizionario Pubblicazioni Link