Skip Navigation LinksHome page » In tv » Lipofilling, sicurezza e materiali in chirurgia plastica
Lipofilling, sicurezza e materiali in chirurgia plastica
Lorenzetti intervistato da Luciano Onder a Mattino 5

La chirurgia plastica subisce ogni giorno delle innovazioni che consentono di realizzare interventi sempre meno invasivi con risultati migliori per i pazienti.
Su questo tema Luciano Onder ha intervistato il Professor Lorenzetti nel corso di Mattino 5 del 3 marzo 2016.

Lorenzetti evidenzia subito come oggi la chirurgia plastica sia meno aggressiva e più soft rispetto al passato e permette interventi più rapidi e più semplici e con post operatori più veloci.
Nonostante tutto, la chirurgia plastica resta una branca chirurgica. Lorenzetti consiglia vivamente, infatti, "di stare estremamente attenti quando ci si sottopone ad interventi di questo tipo: che vengano svolti in strutture altamente qualificate ed adeguate". Non è sufficiente, quindi, la sola presenza di un chirurgo plastico esperto, ma anche di un anestesista e del personale medico necessario per l'effettuazione di un intervento chirurgico.

lorenzetti_mattino5_chirurgia_plasticaNegli ultimi anni è in crescita il lipofilling, l'utilizzo del grasso appartenente allo stesso paziente negli interventi di chirurgia estetica. L'utilizzo del grasso del paziente ha risolto numerosi problemi, sottolinea Lorenzetti, sia in chirurgia estetica sia in chirurgia ricostruttiva. Con il lipofilling è possibile colmare rughe e depressioni del volto, dare dei profili e volumi nuovi ad alcune parti del corpo, oppure ricostruire zone mancanti dopo alcuni traumi o tumori.
Il grasso è un "materiale" che appartiene al paziente che se ben prelevato, ben trattato e ben infiltrato ha anche una durata e una permanenza molto lunga.

Lorenzetti fornisce, poi, dei preziosi consigli ai pazienti per trovare un chirurgo plastico competente. Bisogna stare molto attenti assicurandosi, innanzitutto, di rivolgersi ad uno specialista in chirurugia plastica verificabile tramite l'AICPE e la SICPRE le due principali società che riuniscono i professionisti del settore.
Durante il colloquio con il chirurgo plastico, inoltre, è fondamentale approfondire ogni aspetto, non fermarsi al primo impatto, chiedere tanti chiarimenti. L'obiettivo del paziente deve essere quello di terminare la prima visita sicuro di essersi tolto dubbio e di aver chiarito tutto.

I materiali utilizzati, sostiene Lorenzetti, sono uno dei grandi problemi della chirurgia plastica e della medicina estetica poiché, purtroppo, ce ne sono moltissimi non all'altezza. Quando ci si sottopone a delle infiltrazioni, ad esempio di tossina botulinica al viso, i pazienti devono sempre farsi rilasciare il tagliandino attestante il prodotto utilizzato. Quando si effettuano interventi che prevedono l'impianto di protesi, come nel caso della mastoplastica additiva, ci si deve assicurare che si tratti di materiali di qualità, di protesi anatomiche che abbiano una storia di affidabilità importante negli anni passati.
I materiali, insieme alla qualità del chirurgo, sono fondamentiali per il risultato degli interventi.

Per vedere l'intervento del Professor Lorenzetti a Mattino 5 del 3 marzo 2016, clicca qui e posiziona il cursore al minuto 47.

numero verde

Prenota una visita